Welfare aziendale: cosa cercano gli utenti nel web

(Studio di Semrush – piattaforma di Saas che gestisce la visibilità online) 

Negli ultimi anni l’interesse nei confronti del welfare aziendale ha visto una crescita, accelerata e continua. Sempre più, viene identificato come uno strumento per lo sviluppo della produttività dell’impresa. Come testimonia lo studio di Semrush focalizzato nell’analizzare i dati nel web dallo scoppio della pandemia fino ad oggi,  possiamo parlare di una riscoperta del welfare aziendale

 

 

Come hanno risposto gli utenti, nelle loro ricerche online, in questo periodo caratterizzato dalla pandemia?

La ricerca evidenzia come il comportamento degli utenti mostra un’attenzione crescente nell’approfondimento della tematica del welfare aziendale. Un utente su due, desidera passare all’azione, infatti sono in crescita del 200% le ricerche testuali “come attivare il welfare aziendale”, aumentando nell’ultimo trimestre di tre volte rispetto al precedente e, soprattutto, crescono le ricerche “portale welfare aziendale” con un +1.600%. 

Un risultato particolarmente significativo riguarda la piattaforma Trecuori che ha visto un’espansione considerevole registrando un + 5.800%, aumenta anche il traffico online per chi ha contratti metalmeccanici (+467%)

 

 

Il welfare aziendale come strumento per lo sviluppo della produttività aziendale. 

Come ci dimostrano i dati, sempre più imprenditori trovano nel welfare aziendale potenti strumenti per il benessere dei dipendenti, per la retention ed anche per l’attrazione di nuovi talenti

Altri dati, a testimonianza di un cambiamento in corso sono legati al calo delle ricerche sulla deducibilità delle tasse (-67%), sulla contabilizzazione (-86%) e su tutto ciò che è strettamente connesso ai limiti di spesa (-90%): “Questo significa che chi attiva azioni di welfare aziendale lo fa mettendo il benessere dei propri collaboratori al primo posto” ha spiegato Fernando Angulo, Responsabile della comunicazione di Semrush.

 

 

Che questa nuova consapevolezza possa segnare un rinnovato interesse più attento ai bisogni dei dipendenti ed aziendali?